anthropologica

contesti economici


costituzionalismi difficili


dismed

fuori collana università

geminidi


idee e pratiche dell'evoluzione del diritto

paideia per il terzo millennio

professionalità


quaderni del dipartimento


ricerca & didattica

studi e ricerche aziendali


scienza nuova

sport educazione didattica


strumenti per la formazione


tecnologie per l'apprendimento


testi e contesti


transizioni costituzionali
tra passato e presente

collana anthropologica
diretta da Antonio Luigi Palmisano


Anthropologica è una collana che raccoglie contributi originali nel campo dell’antropologia, etnologia e etnografia, con particolare attenzione a lavori prodotti in seguito a lunghe ricerche sul campo.
Conditio sine qua non per le scienze antropologiche, o arti antropologiche, è infatti l’osservazione partecipante periferica, diretta o completa, con la quale muovere tanto verso le elaborazioni etnografiche come nella riflessione teorica riguardante i numerosi ambiti disciplinari.

Antonio Luigi Palmisano è stato Visiting Professor in Antropologia Sociale presso il College of Social Sciences, Università di Addis Ababa, dal 1992 al 1996. Attualmente è docente di Antropologia Culturale e Antropologia Politica presso l'Università di Trieste. Conduce ricerca etnografica in Africa dal 1975, con particolare attenzione al Corno d'Africa: etnografia come stile di vita.


A. Baghaï
Etnodrammi

I tre drammi qui raccolti lasciano così rilevare una particolare concezione dell’attività dell’autore drammatico: scrivere un dramma è descrivere la società nella quale si vive, mettere in scena un dramma è permettere agli attori sociali di osservare se stessi e gli «altri» sulla scena attraverso l’azione degli attori. Un’opera di letteratura, dunque, che si risolve in una antropologia delle società «altre», un lavoro etnografico che il teatro può riconsegnare criticamente allo spettatore-attore sociale. Sia questo spettatore un attore sociale nella società messa in scena oppure un attore sociale nella società dove quella viene ad essere rimessa in scena.
 
Ariane Baghaï  ha studiato letteratura Araba e Persiana a Ginevra, Egittologia a Boston ed Antropologia Culturale e Sociale ad Addis Ababa e Trieste, dove ha anche tenuto la Cattedra di Lingua Araba. Ha condotto lunghi periodi di ricerca in Europa (Svizzera, Francia, Germania, Italia), America (Stati Uniti), Africa (Sudan, Tunisia, Etiopia) e Asia Centrale (Iran, Afghanistan).

ISBN 978-88-6152-063-9
Euro 16,00

A. L. Palmisano
I Guraghe dell'Etiopia

Nel tormentato e sofferto processo politico e sociale di fondazione dell'Etiopia, prima, e di incontro con l'economia di mercato, poi, i Guraghe non hanno avuto nulla di fondamentale da disapprendere per competere con successo all'interno della sempre nuova struttura dei rapporti sociali, se non forse la pratica di coltivazione dell'ensete, saldamente inscritta nel contesto della struttura segmentaria del gruppo locale e di discendenza...

Antonio Luigi Palmisano è stato Visiting Professor in Antropologia Sociale presso il College of Social Sciences, Università di Addis Ababa, dal 1992 al 1996. Attualmente è docente di Antropologia Culturale e Antropologia Politica presso l'Università di Trieste. Conduce ricerca etnografica in Africa dal 1975, con particolare attenzione al Corno d'Africa: etnografia come stile di vita.

ISBN 978-88-6152-052-3
Euro 16,00



© 2010 Pensa Editore - Tutti diritti sono riservati | Powered & Developed by Pensa Editore