anthropologica

contesti economici


costituzionalismi difficili


dismed

fuori collana università

geminidi


idee e pratiche dell'evoluzione del diritto

paideia per il terzo millennio

professionalità


quaderni del dipartimento


ricerca & didattica

studi e ricerche aziendali


scienza nuova

sport educazione didattica


strumenti per la formazione


tecnologie per l'apprendimento


testi e contesti


transizioni costituzionali
tra passato e presente

collana costituzionalismi difficili
collezione di traduzioni coordinate da Michele Carducci


La Collezione di traduzioni del «Circulo Constitucional Euro Americano» e del Dottorato Internazionale di Ricerca in «Sistemi Giuridici e Politico Sociali Comparati» dell’Università del Salento, intende promuovere un’offerta variegata di letture problematiche sul costituzionalismo contemporaneo, nella sua dimensione mondiale e dunque nella molteplicità delle sue ramificazioni ormai riflesse sulla complessità del soggetto e non solo dell’oggetto dell’indagine giuridica.

L. Alexander - F. Schauer
L'interpretazione stragiudiziale della Costituzione


La «deferenza» alla Costituzione e all’interpretazione costituzionale della Corte Suprema, vincolante per tutti gli operatori giudiziari e non, è il nucleo della tesi degli Autori, non del tutto condivisa negli Stati Uniti, ma ripresa e difesa in nome di una questione di teoria ed utilità «decisionistica», identificata nella necessità dell’accordo intorno alla autorevolezza delle istituzioni. LARRY ALEXANDER è Warren Distinguished Professor of Law presso l’Università di San Diego. FREDERICK SCHAUER è stato Preside di Facoltà e Frank Stanton Professor of the First Amendment, presso la John F. Kennedy School of Government dell’Università di Harvard. Di Schauer è tradotto in italiano il libro Le regole del gioco (2000).


ISBN 88-89267-85-2
Euro 7,00

J. Bell
Interpretare leggi nel tempo

Attraverso suggestive opzioni dicotomiche, rappresentative dell’alternativa fra approccio interpretativo meramente «storico» ed approccio «attualizzante», il saggio affronta i temi cruciali dell’interpretazione giuridica, concludendo per la maggiore idoneità della seconda possibilità ermeneutica nel cogliere il significato delle leggi e soprattutto delle Costituzioni. JOHN BELL è Professor of Law e Direttore del Centre for European Legal Studies presso l’Università di Cambridge (Gran Bretagna). Autore di saggi in materia di diritto comparato, filosofia del diritto (specialmente in tema di ragionamento giuridico), diritto pubblico e dell’Unione Europea (specialmente unificazione giuridica e judicial creativity). Fra le sue più recenti pubblicazioni: French Legal Cultures (2001); Principles of French Law (con S. Boyron e S. Whittaker) (1998); French Administrative Law (5 ed., con L. N.Brown) (1998).

ISBN 88-89267-13-5
Euro 6,00

G. Bercovici
La periferia del capitalismo come crocevia delle teorie dello Stato e della Costituzione

Il problema posto dal saggio di Gilberto Bercovici si situa sul rapporto dell’effettività e legittimità dello Stato nell’efficacia della Costituzione. Come è possibile la teoria dello Stato e della Costituzione nelle realtà diverse dall’Europa e dagli Stati Uniti, dove quelle acquisizioni hanno conosciuto la loro evoluzione? Il saggio discute le interpretazioni correnti e le varie critiche su quanto trattato dagli autori latino-americani e sulla loro diffusa abitudine di impiantare modelli europei o nord-americani, senza rendersi conto della specifica realtà delle società periferiche.

GILBERTO BERCOVICI è Professore Dottore di Diritto dell’economia nell’Università di San Paolo del Brasile e ricercatore ospite di Università italiane e francesi. È autore, tra gli altri, dei libri Desigualidades Regionais, Estado e Constituição (2003) e Constituição e estado de exceção permanente. Atualidade de Weimar (2004), nonché di articoli pubblicati e tradotti in riviste latinoamericane ed europee. È altresì Docente associato ai programmi del Dottorato Internazionale in Sistemi Giuridici e Politico Sociali Comparati dell’Università di Lecce.

ISBN 88-89267-67-4
Euro 6,00

J.L. Bolzan de Morais
Costituzione o barbarie

L’opera esprime il presagio dello svuotamento del valore prescrittivo della Costituzione e dell'effettività dei diritti umani in essa riconosciuti, consumato attraverso l’esperienza destabilizzante della globalizzazione economica e trasformato da un diritto costituzionale giurisprudenziale inevitabilmente influenzato dai contesti sociali, politici ed economici.

Josè Luis Bolzan de Morais è Professore di Diritto presso l’Università di Vale do Rio dos Sinos (UNISINOS) di São Leopoldo in Brasile. Procuratore Generale dello Stato di Rio Grande do Sul, è anche membro della Commissione sull’insegnamento giuridico e della Commissione speciale sull’integrazione del Mercosul, entrambi organi dell’Ordine degli Avvocati del Brasile (OAB/RS). In qualità di «Visiting Professor» ha svolto numerosi seminari inseriti nel programma del Dottorato in Sistemi Giuridici e Politico-Sociali Comparati dell’Università di Lecce in Italia.

ISBN 88-89267-09-7
Euro 6,00

P. Bonavides
La depoliticizzazione della legittimità


Un’analisi acuta e disincantata, per ripercorrere il pericoloso processo di depoliticizzazione del principio di legittimità. Dal formalismo di Carl Schmitt al funzionalismo procedurale di Niklas Luhmann, la legittimità sembra condannata a subire un processo di svuotamento, di vera e propria «degradazione semantica», fino a risultare una formula inerte, «neutra» se non addirittura mistificante, come si verifica nei contesti periferici del costituzionalismo.

Paulo Bonavides è uno dei massimi costituzionalisti brasiliani. Dottore honoris causa presso l’Università di Lisbona, Professore Emerito della Facoltà di Diritto all’Università Federale di Ceará, Professore Visitante nelle Università di Colonia, Tennesse, Coimbra, Heidelberg. Nieman Fellow Associate all’Università di Harvard, è attualmente Presidente Emerito dell’Istituto Brasiliano di Diritto Costituzionale nonché fondatore e direttore della Revista Latino-Americana de Estudos Constitucionais.

ISBN 978-88-6152-015-8
Euro 7,00

O. Bendourou
La definizione della transizione democratica nel Maghreb

Il ruolo di assoluta egemonia rivestito dal Capo dello Stato nell’impianto costituzionale, la morosità del concetto di «legittimità storica», il peso marginale dei Parlamenti e dei partiti, oltre alla tensione geopolitica dell’area, sono elementi che di fatto ostacolano la transizione democratica nel Maghreb e costituiscono l’oggetto di riflessione del saggio.

Omar Bendourou è Docente di Diritto Pubblico all’Università Mohamed V di Rabat (Marocco). E’ autore di una ricca produzione bibliografica, tra cui Libertés publiques et État de Droit au Maroc (Rabat, 2004), Droits de l’Homme et Libertés Politiques (Rabat, 2002), Droit Constitutionnel et Institution Politiques (Casablanca, 1997), e rappresenta una delle voci più autorevoli nel dibattito sulle grandi riforme costituzionali in Marocco e sulla transizione politica dei Paesi del Maghreb.

ISBN 88-89267-43-7
Euro 6,00

J. J. Gomes Canotihlo
Dalla Costituzione dirigente al diritto comunitario dirigente

Il saggio di Canotilho rappresenta un'efficace sintesi della più recente riflessione dell’Autore sulla persistenza dell’idea di «Costituzione dirigente», rispetto alla prospettiva della integrazione sovranazionale ed all'edificazione di inediti diritti costituzionali regionali, privi delle storiche acquisizioni evolutive della sovranità politica e giuridica.

Josè Joaqum Gomes Canotihlo è Professore Cattedratico Titolare di Diritto Costituzionale nell’Università di Coimbra, in Portogallo. E’ l’autore di Constituição Dirigente e Vinculação do Legislador (Coimbra Editora, Coimbra, 2^ edizione, 2001), ricerca sviluppata in Germania sotto la guida di Konrad Hesse, all’interno del dibattito tedesco e italiano sull’attuazione della costituzione, a tutt’oggi imprescindibile contributo alla teoria costituzionale del secondo Novecento. Ha scritto altresì un monumentale manuale di Direito Constitucional e Teoria da Constituição, Livraria Almedina, Coimbra, 1998.

ISBN 88-89267-10-0
Euro 6,00

A. Badara Fall
Il diritto africano ha una sua collocazione nel diritto comparato?

Il saggio è dedicato alla prassi giudiziaria amministrativa nell’Africa francofona. In esso, l’Autore osserva come il distacco del giudice africano dal «modello originale» europeo non rappresenti una disfunzione costituzionale, imputabile ad una presunta fisiologica inattitudine dei soggetti africani a recepire le concettualizzazioni consolidate nella Francia, bensì riveli l’emersione di un sistema giudiziario «autoreferenziale», fondato su principi e valori immanenti alle comunità autoctone, di cui il potere giudiziario contribuisce, nella sua specificità, a edificare i processi di istituzionalizzazione.

Alioune Badara Fall è Professore Ordinario di Diritto Pubblico presso l’Università di Montesquieu-Bordeaux IV e presso l’Università Robert Schuman di Strasburgo III, nonché Direttore aggiunto del C.E.R.D.R.A.D.I. (Centre d’études et de recherche sur les droit africains et sur le développement institutionnel des pays en développement), nonché membro esperto della F.A.O.

ISBN 978-88-6152-013-4
Euro 7,00

J. L. Pérez Francesch
Governo, amministrazione e realtà costituzionale spagnola

Col presente lavoro l’Autore evidenzia i differenti ambiti di attuazione del Governo e dell’Amministazione in Spagna, nella prospettiva costituzionale della titolarità della direzione politica.

Joan Lluis Pérez Francesch è Professore associato di Diritto Costituzionale presso il Dipartimento di Scienza Politica e Diritto Pubblico dell'Università Autonoma di Barcellona. Ha scritto: Il Governo, Tecnos, Madrid, 3ª ed., 1998, e si è occupato del pensiero politico catalano e della teoria di Stato, pubblicando lavori su Josep Torrefai i Bages (1985 e 2003), Le Basi di Manresa ed il pensiero politico dell'Unió Catalanista (1992). È coautore di Lliçons di Dret Constitucional, 3ª ed., Pòrtic, 2001. Partecipa al Consiglio Scientifico del Dottorato Internazionale di Ricerca dell’Università di Lecce.

ISBN 88-89267-11-9
Euro 6,00


E. R. Grau
Costituzione economica e globalizzazione

In questo saggio, l’Autore discute del rapporto tra globalizzazione e diritto costituzionale, proponendo un recupero di categorie «classiche» non solo necessarie a inquadrare che cosa siano e siano storicamente stati il mercato e le sue cosiddette «leggi», ma anche, e soprattutto, che cosa sia il diritto costituzionale come realismo politico e utopia dei valori costituzionali, dalla cui combinazione coraggiosa e costante può nascere l’unica possibile risposta alle insidie autodistruttive dell’economia finanziaria mondiale.

Eros Roberto Grau è Ministro del Supremo Tribunale Federale del Brasile e Professore ordinario della Facoltà di Diritto dell’Università di São Paulo. È autore di diversi articoli e libri, tra cui O Direito Posto e o Direito Pressuposto (5ª ed, São Paulo, Malheiros, 2004). In Italia è stato tradotto il suo La doppia strutturazione del diritto (una teoria brasiliana sull’interpretazione), Milano, Edizioni Unicopli, 1997.

ISBN 978-88-6152-070-7
Euro 7,00


X. Kontiadis
Verso il costituzionalismo del rischio

La tesi centrale del lavoro consiste nel delineare, all’interno dell’odierna «società del rischio», una nuova tendenza del costituzionalismo, la cui caratteristica principale consiste nel tentativo di affrontare le nuove insidie e le insicurezze dell’era post-industriale con adeguamenti costituzionali che investano materie sempre più ampie da disciplinare e impegnino in modo sempre più coinvolgente i poteri dello Stato, non solo nella loro funzione normativa, ma anche e soprattutto nella discrezionalità applicativa e interpretativa dei paradigmi costituzionali.

Xenofon Kontiadis è Professore associato di Diritto Pubblico nell’Università Democrito di Tracia in Grecia. E’ Direttore scientifico dell’ European Constitutional Law Center di Atene. E’ autore di numerose pubblicazioni in greco, tedesco e inglese. Tra le altre, si ricordano Stato previdenziale e diritti sociali (1997), La revisione della Costituzione, I: Fondamenti metodologici (2000) e Methological principles of constitutional revision based on overlapping consensus (2004).

ISBN 88-89267-59-3
Euro 6,00

M. Neves
Costituzionalizzazione simbolica e decostituzionalizzazione di fatto

L’interesse dello scritto di Neves risiede in due concetti strutturalmente connessi nel suo ragionamento e in tutta la sua teoria della costituzione: quello di decostituzionalizzazione e quello di simbolizzazione. Per l’Autore, il tema della trasformazione costituzionale va studiato in una prospettiva non formale né semplicemente narrativa, ma proiettata sulla simbolizzazione che il diritto e la teoria costituzionale possono alimentare, allorché si limitano a stabilizzare aspettative verso il futuro, senza osservare, «nell’oggi», le condizioni reali di differenziazione ed esclusione dei soggetti destinatari dei programmi normativi.

Marcelo Neves è Professore Titolare di Diritto Costituzionale nella Pontifica Università Cattolica di San Paolo del Brasile. Ha conseguito il dottorato in Germania con Niklas Luhman ed attualmente svolge attività di docenza e ricerca presso diverse Università tedesche.

ISBN 88-89267-08-9
Euro 6,00

M. O'Brien
Cosmopolitismo e località


Michael O’Brien affronta il tema attuale del Cosmopolitismo attraverso un’analisi storica ed intellettuale che mira ad evidenziare il rapporto tra universalismo e località non in termini di contrasto ma di complementarità.

Michael O’Brien è stato Philip R. Shriver Professor of History all’Università di Miami (Ohio) ed attualmente Professor of American Intellectual History at the University of Cambridge and a Fellow of Jesus College. Tra i suoi interessi, le origini intellettuali del multiculturalismo americano e il Sud America. Tra le sue pubblicazioni: The Idea Of The American South, 1920-41 (1979), Rethinking The South: Essays In Intellectual History (1988), Conjectures Of Order: Intellectual Life and The American South, 1810-60, 2 vol. (2004). Nel 2005, è stato Docente ospite della Scuola Estiva Euroamericana di Diritto Costituzionale di Lecce, per il corso su «Repubblicanesimo e democrazia».

ISBN 88-89267-77-1
Euro 6,00

G. Papadimitriou
Scenari costituzionali per il futuro. Itinerari europei di tutela dei diritti umani


Il saggio di Giorgos Papadimitriou si incentra sul tema della tutela multilivello dei diritti e delle libertà fondamentali nello spazio giuridico europeo. L’Autore, dopo aver ripercorso le tappe più significative del processo di costruzione dell’Europa dei diritti, affronta il problema del coordinamento tra tutela statale, comunitaria e sovranazionale, con particolare riferimento all’operatività di criteri atti a prevenire o risolvere eventuali contrasti ed antinomie.

Giorgos Papadimitriou è Professore Ordinario di Diritto Costituzionale dell’Università degli Studi di Atene (Grecia). Già Consulente giuridico del Primo Ministro e membro del Consiglio Scientifico del Ministero degli Affari Esteri greco (1996-2004), ha rappresentato la Grecia alla Convenzione dell’Unione Europea per la elaborazione della Carta dei Diritti Fondamentali (1999-2000). Autore di numerosi saggi, articoli e monografie su temi di Diritto Costituzionale, Europeo e Ambientale, è stato componente di diverse Commissioni legislative ed ha contribuito alla revisione della Costituzione greca (1977-1998).

ISBN 88-89267-96-8
Euro 6,00

S. Pierré - Caps
La costituzione demotica

In questo lavoro, si discute l’ipotesi di un diritto costituzionale «demotico» come tentativo di orientare l’osservazione dello studioso verso l’insieme delle disposizioni che riguardano la struttura della società in quanto espressione del fenomeno umano, di cui la realtà costituzionale e politica rappresentano la dimensione effettiva. Si tratta di un percorso che rintraccia le sue matrici nei classici del realismo costituzionale francese nonché nell’umanesimo giuridico della filosofia personalista.

Stéphane Pierrè-Caps è Professore di Diritto Pubblico presso l’Università di Nancy 2 e membro del consiglio di amministrazione dell’Associazione francese di diritto costituzionale. Autore del manuale Droit Constitutionnel, in collaborazione con Vlad Costantinesco, si è occupato di diritti delle minoranze e delle popolazioni autoctone, di statuto delle lingue nazionali, di autonomia della persona ed evoluzione costituzionale in Francia, con studi tradotti in portoghese, spagnolo e inglese.

ISBN 978-88-6152-014-1
Euro 7,00


R. Zamorano Farías
Il problema esplicativo della modernità. Costituzionale latino-americana

Il saggio indaga le ragioni storiche e sociologiche della specificità costituzionale latinoamericana, osservando come le costruzioni idealtipiche di matrice europea non siano di per sé sufficienti a comprendere una modernità tardiva come quella del sub-continente, per il quale, al contrario, appare necessario interrogarsi su anomalie e difficoltà che i processi di differenziazione funzionale producono rispetto ai contesti delle democrazie effettive e consolidate dell’occidente.

Raùl Zamorano Farìas è Professore ordinario nella UNAM di Città del Messico e docente del dottorato in «Sistemi giuridici e politico sociali comparati» dell’Università del Salento. Oltre che in Messico, i suoi lavori sono pubblicati in Cile, Brasile e Italia, nel costante confronto tra centro e periferia della modernità costituzionale del nuovo secolo.

ISBN 978-88-6152-071-4
Euro 7,00

D. A. J. Richards
Intenzione dei costituenti e interpretazione costituzionale

Il testo di Richards costituisce una sintesi delle principali critiche che si possono muovere al diffuso orientamento interpretativo giudiziale statunitense dell’ Original Intent. Il punto di osservazione è dato, secondo l’Autore, da quello che, nella tradizione costituzionale nordamericana, pone tra le caratteristiche più singolari del sistema la condivisione della concezione del tempo e della durata del testo costituzionale. Infatti, attraverso la contestualizzazione dei dibattiti dei Padri fondatori e della filosofia politica del tempo, è possibile ridimensionare l’enfasi originalista svelando i contorni non sempre concettualmente e storicamente rigorosi del suo approccio.

David A.J. Richards è Professore di Diritto costituzionale nella School of Law della New York University. Tra i suoi scritti più significativi, sono da ricordare: Conscience and the Constitution (1993); Foundations of American Constitutionalism (1989); Toleration and the Constitution (1986). In Italiano, è stato tradotto il volume Italiani d’America. Razza e identità etnica (2004).

ISBN 978-88-6152-016-5
Euro 7,00

R. Sunstein
Intese non completamente teorizzate e usi costruttivi del silenzio


Come può procedere un qualsiasi «corpo collegiale» (assemblea legislativa, corte o semplice club), allorquando venga a trovarsi di fronte a disaccordi su questioni fondamentali? Questa domanda si pone l’ Autore nel discutere il problema di «economizzare sul disaccordo morale».

Cass R. Sunstein è Karl N. Llewlyn Distinguished Service Professor of Jurisprudence, nella Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Chicago. Studioso di teoria costituzionale e di analisi economica del diritto, ha scritto, tra le altre, Legal Reasoning and Polital Conflict (Oxford University Press, 1996) e The Partial Constitution (Harvard University Press, 1993). In italiano sono state tradotte le opere: Quanto rischiamo. La sicurezza ambientale tra percezione e approccio razionale (Il Mulino, 2004), Republic.com. Cittadini informati o consumatori di informazioni? (Il Mulino, 2003), nonché, in collaborazione con Stephen Holmes, Il costo dei diritti. Perché la libertà dipende dalle tasse (Il Mulino, 2000).

ISBN 88-89267-39-9
Euro 6,00

P. De Vega García
Giuspositivismo e positivismo giurisprudenziale

In questo scritto, l’Autore propone una tripartizione del positivismo costituzionale del Novecento in «giuridico», «sociologico» e «giurisprudenziale», per scandire relazioni concettuali ed operative, ancora oggi ineludibili nel dibattito mondiale sul futuro del diritto costituzionale, come quelle su identità e differenza tra Stato e Costituzione, sul rapporto tra «teoria materiale» della Costituzione e teoria della «Costituzione materiale», sulle odierne tendenze alla processualizzazione del diritto costituzionale nell’affievolimento della democraticità dei poteri costituzionali.

Pedro De Vega Garcìa è Cattedratico di Diritto Costituzionale alla Facoltà di Diritto nell’Università Complutense di Madrid. Tra i suoi numerosissimi studi di diritto costituzionale, teoria generale del diritto, storia del pensiero politico, va ricordato, in particolare, il libro La Reforma Constitucional y la Problemática del Poder Constityente (1985), punto di riferimento indispensabile, nella letteratura contemporanea, sui temi della rigidità costituzionale.

ISBN 88-89267-58-5
Euro 6,00

S. R. Martini Vial
La "Costituzione della terra" in Brasile


Il saggio si inquadra in un’ampia ricerca dedicata ai problemi della terra in Brasile analizzati attraverso la narrazione, in chiave storica, della loro dimensione normativa; a partire dall’indipendenza e da quella Lei das terras del 1850, che ha condizionato lo sviluppo successivo delle dinamiche proprietarie di tutta la regione, per arrivare alla Costituzione «cittadina» del 1988, prima innovativa esperienza di normazione inclusiva democratico-sociale.

Sandra Regina Martini Vial è Sociologa del diritto, attualmente impegnata in un programma di post-dottorato (CAPES) presso l’Unversità degli Studi di Roma Tre. È specialista in Salute Publica nella Escola de Saúde Pública de Porto Alegre e nella Fundação Oswaldo Cruz de Rio de Janeiro. Dottore di ricerca in Diritto nella Università di Lecce, è Professore nel Programa de Pós-Graduação de Mestrado em Direito della Università di Santa Cruz do Sul e presso la UNISINOS, nel Rio Grande do Sul, in Brasile.

ISBN 88-6152-001-4

H. Muir Watt
La funzione sovversiva del diritto comparato

Il saggio mette in evidenza l’importanza del diritto comparato quale mezzo di conoscenza critica del diritto. Nel contesto europeo, e soprattutto in quello francese, contrassegnati dalla forte centralità della legge come «oggetto» di osservazione e discussione giuridica, la diffusione della comparazione potrebbe diventare una specie di strumento di sovversione non delle categorie giuridiche, bensì del modo piatto e apodittico con cui vengono utilizzate, soprattutto dagli operatori pratici. In tale prospettiva, si rivela molto interessante il confronto con il contesto statunitense, largamente favorito dalla sua flessibilità e dal suo dinamismo giurisprudenziale.

Horatia Muir Watt è Professoressa Ordinario dell’Università di Parigi I, Direttrice del DEA - Droit anglais et nord-americain des affaires (Università di Parigi I), della Convenzione integrata franco-inglese (Parigi I – King’s College, Londra), del DESS Globalisation des activités économiques.

ISBN 88-6152-005-7
Euro 7,00

R. Zamorano Farías
La democrazia dei postmoderni

e i suoi gesti allegorici Il saggio di Zamorano inaugura la collezione di traduzioni promossa dal Circulo Constitucional Euro Americano nell’Università di Lecce. E’ un testo riflessivo sulle mistificazioni del linguaggio e sulle ipocrisie di una neutralità scientifica de-soggettivizzata e destrutturata, che si appropria dei campi semantici delle scienze sociali, per non risparmiare neppure l’osservazione dei fenomeni istituzionali e giuridici e legittimare una prassi contingente e irriflessiva.

Raùl Zamorano Farías è Professore Titolare del Centro de Investigaciones Interdisciplinarias Sobre Desarrollo Regional de la Universidad Autónoma di Tlaxcala, in Messico, Componente del Sistema Nacional de Investigadores de México, Docente della Universidad Pedagógica Nacional del Messico, ha pubblicato le monografie Entre la teoría y la acción. Dilemas sobre la acción colectiva popular, Santiago de Chile 1988-1992 (2001) e Civilizzazione delle aspettative e democrazia nelle periferie della società moderna (2003).

ISBN 88-89267-18-6
Euro 6,00

M. Rosenfeld
L'identità del soggetto costituzionale


Il Saggio di Michel Rosenfeld si propone di offrire la possibilità di una lettura non convenzionale dell’ermeneutica costituzionale in funzione della svolta postmoderna che ha visto la fine delle verità assolute sia soggettive che oggettive. L’Autore rilegge, attraverso la dialettica hegeliana rivisitata tramite la ermeneutica gadameriana e sulla scia di Lacan e di Freud, gli aspetti più rilevanti del diritto vivente (famiglie di fatto, aborto, omosessualità) alla luce di un’etica del riconoscimento.

Michel Rosenfeld è titolare della Cattedra Justice Sydney L. Robin dei Diritti Umani alla Benjamin N. Cardozo Law School di New York, Condirettore del Centro di Floersheimer per la Democrazia Costituzionale. È specializzato in Diritto Costituzionale, Diritto Costituzionale Comparato, Giurisprudenza. Coautore di Comparative Constitutionalism: Cases and Materials (con Baer, Dorsen, and Sajo.); Constitutionalism, Identity, Difference and Legitimacy. È Presidente dell’Associazione Internazionale dei Costituzionalisti (2002-04); membro fondatore e vice Presidente dell’Associazione dei Costituzionalisti degli Stati Uniti; Direttore dell’International Journal of Constitutional Law.

ISBN 88-89267-14-3
Euro 6,00

M. Troper
Il futuro del diritto costituzionale


Il «futuro del Diritto Costituzionale» è una riflessione agile, rapida, ma incisiva, sullo stato del Costituzionalismo, oggi, svolta con profondi agganci storico-costituzionalistici. La particolarità di questo saggio, unitamente alla sua godibilità, consiste nel fatto che le novità prodottesi sul piano politico dal II dopoguerra ad oggi, vengono inserite nell’ambito del complesso sviluppo delle forme e procedure costituzionalistiche.

Michel Troper, membro dell’Istituto universitario della Francia, è direttore del Centro di Teoria del Diritto, collegato al CNRS dell’Università di Parigi X-Nanter, ove insegna Teoria e Filosofia del Diritto, Diritto Costituzionale e Storia Costituzionale.

ISBN 88-89267-12-7
Euro 6,00




© 2010 Pensa Editore - Tutti diritti sono riservati | Powered & Developed by Pensa Editore